Contratti di locazione

CAF 101 Servizi ti aiuta nella compilazione dei contratti di locazione secondo le normative vigenti

Per stipulare un contratto di locazione è obbligatorio registrarlo online all’Agenzia delle Entrate, secondo quanto stabilito dall’art. 5 del D.P.R. n. 404 del 5 ottobre 2001. Per adempiere alle direttive legislative per dare in affitto un bene immobiliare, casa, appartamento o terreno, è bene rivolgersi al centro assistenza fiscale che abbia esperienza nei contratti di locazione. CAF 101 Servizi aiuta i cittadini alla stesura, alla registrazione e alla scelta del tipo di contratto, trovando il regime fiscale più conveniente.

L’obbligo della registrazione del contratto di locazione spetta all’affittuario (Conduttore) o al proprietario (Locatore) per qualunque tipo di canone concordato e per tutti i beni immobili. L’obbligatorietà non è prevista per i contratti che non superano i 30 giorni complessivi nell’arco di un anno.

compilazione dei contratti di locazione

Le diverse tipologie di contratti di locazione

Lo staff di CAF 101 Servizi si occupa di contratti di locazione per tutte le tipologie di affitto: ordinario, agevolato e transitorio. Il servizio prevedere la compilazione e l’invio tramite piattaforma telematica del modello RLI, per calcolare le imposte dovute. In base alle esigenze del conduttore o del locatore si possono registrare diverse tipologie di contratti di locazione:

  • Contratto di tipo abitativo a canone libero, dove l’importo dovuto viene deciso dal locatore o in accordo con l’inquilino
  • Contratto di tipo abitativo a canone convenzionato, ovvero un canone concordato, più basso rispetto agli standard di mercato dove il proprietario può usufruire di agevolazioni fiscali per compensare l’eventuale minor reddito
  • Contratto abitativo di natura transitoria, vengono redatti in base a determinate e documentate esigenze sia del locatore che dell’affittuario. Avendo una durata inferiore rispetto ai contratti di locazione ordinari, il contratto prevede da un minimo di un mese a un massimo di diciotto
  • Contratto di affitto transitorio per studenti universitari fuori sede
  • Contratti di locazione di posto box auto
  • Contratto di locazione per finalità turistiche, dove il locatore concede all’affittuario il godimento di un immobile per le vacanze in cambio di un corrispettivo, per un periodo di tempo massimo di tre mesi
  • Contratti a uso diverso da quello abitativo

Richiedi maggiori informazioni

Chiamami oppure scrivi un messaggio su WhatsApp

(+39) 06/702.77.11
(+39) 389/99.81.463

Versamento dell’imposta di registro per il contratto di locazione

Il tributo da versare per la registrazione di un contratto di locazione spetta al proprietario dell’abitazione, da versare entro 30 giorni dal momento della firma dell’accordo. L’imposta vien calcolata in base alle seguenti misure:

imposta registro contratto locazione
  • Fabbricati ad uso abitativo: 2% del canone annuo
  • Per immobili con contratti a canone concordato: 2% del canone annuo (calcolato sul 70% dell’importo annuale)
  • Fabbricati strumentali per natura (uffici e studi, negozi e botteghe; magazzini e depositi, collegi e convitti, uffici pubblici, scuole, biblioteche, musei, cappelle, alberghi, case di cura e ospedali, istituti di credito): 1% del canone annuo se la locazione è effettuata da soggetti passivi IVA o 2% del canone negli altri casi
  • Fondi rustici: 0,50% del canone annuo
  • Altri immobili: 2% del canone annuo

Nel caso di cessioni, risoluzioni o proroga di locazioni sarà necessario versare l’imposta di registro pari a 67 euro. Per ulteriori spese, l’imposta di bollo varia in base al numero di pagine e di copie del contratto, 16 euro ogni 4 facciate/100 righe.

Cedolare secca e Irpef: la tassazione sul contratto di locazione

Siamo a disposizione per assisterti in tutto il procedimento per i contratti di locazione, anche dopo la stipula, per proroghe, subentri e per le agevolazioni sulla tassazione. Il canone di locazione, essendo un reddito percepito, è soggetto a una delle due tassazioni:

  • Classica, tramite Irpef
  • Sostitutiva, tramite cedolare secca

Nella tassazione classica vengono radunati tutti i redditi, compresi quelli da locazione, sotto un’unica imposta: l’Irpef. L’acconto per ciascun canone annuo è pari al 100% dell’imposta dovuta per l’anno precedente (aggiornato al 2021).

Latassazione sul contratto di locazione con cedolare secca, invece, si calcola applicando un’aliquota del 21%, in base al contratto libero o convenzionato annuo, stabilito dalle parti. Un’aliquota ridotta al 10% viene applicata per abitazioni ubicate nei comuni con carenze di disponibilità (aree metropolitane di Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia), dei comuni confinanti con gli stessi e negli altri Comuni capoluogo di Provincia; oppure nei Comuni ad alta tensione abitativa secondo una delibera del CIPE del 2004.

ATTENZIONE! Il calcolo del canone concordato fa riferimento alle caratteristiche dell’immobile, come ad esempio: la superficie, la posizione, gli elementi costruttivi come doppi vetri, impianto di riscaldamento autonomo, arredamento, ecc. 

Documenti necessari per la registrazione di un contratto

CAF 101 Servizi si impegna a provvedere a tutte le direttive legislative per la registrazione del contratto di locazione. Per una corretta compilazione, lo staff ha bisogno di:

  • fotocopia del documento di identità e codice fiscale del locatore e dell’inquilino
  • visura catastale dell’immobile o atto di compravendita, donazione, dichiarazione di successione sentenza ecc.
  • copia del contratto di locazione
  • originale dell’Attestato della Prestazione Energetica

è importante ricordare che in caso inadempimento delle tempistiche, le sanzioni previste vanno dal 120% al 240% dell’imposta per il mancato pagamento; mentre se il ritardo è inferiore a 30 giorni possono variare dal 60% al 120% dell’imposta.