Modello 730, come richiedere la compilazione al nostro CAF

Cos’è il modello 730, chi sono i soggetti obbligati e quali documenti presentare al CAF

Per la dichiarazione dei redditi, ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, viene richiesto il modello 730, che presenta diversi vantaggi per il contribuente. Il primo punto a favore è senza dubbio quello di non dover eseguire calcoli, il nostro CAF, infatti, si occupa di tutta la parte burocratica per la compilazione della documentazione. Tra gli aspetti positivi, presentare il modello 730, significa avere eventuali rimborsi sulle imposte, effettuati direttamente nella busta paga o nella rata di pensione (prima retribuzione utile o il mese successivo alla liquidazione), nel caso in cui ci sono dei versamenti, questi vengono trattenuti in busta paga o dalla pensione.

Per richiedere la compilazione del modulo 730 presso il nostro CAF, il contribuente dovrà presentare la seguente documentazione:

  • Documento d’identità e codice fiscale

  • Codice fiscale del coniuge e dei familiari a carico (anche familiari extracomunitari)

  • Eventuali modelli F24 pagati per le imposte e gli acconti dovuti

  • Dati del datore di lavoro attuale

Documenti per i lavoratori dipendenti/pensionati:

  • Certificazione unica (CU/730 relativo all’anno precedente)

  • Attestazione del datore di lavoro, delle somme corrisposte a lavoratori domestici (colf o badanti)

  • Certificato pensioni estere

  • Assegni percepiti dal coniuge, in base a sentenza di separazione o divorzio

Documenti per la dichiarazione dei redditi da terreni e fabbricati:

  • Visure catastali

  • Contratti di compravendita, donazione, divisione, successione

Richiedi maggiori informazioni

Chiamami oppure scrivi un messaggio su WhatsApp

(+39) 06/702.77.11
(+39) 389/99.81.463

Quali sono le spese detraibili con il modello 730?

Casa:

  • Contratto di locazione/affitto (per l’affittuario/conduttore)

  • Ricevuta di pagamento per mutui casa

  • Fattura per l’acquisto della prima casa
  • Documenti di ristrutturazione edilizia (bonifici, fatture, Scia, ecc.)

  • Documentazione per il risparmio energetico (bonifici, fatture, Enea, ecc.)

  • Spese per l’acquisto di mobili ristrutturati (bonifici, fatture, ecc.)

  • Bonus facciate (interventi/ restauro della facciata esterna degli edifici)

  • Bonus verde (spese per giardini e aree verdi)

  • Spese condominiali per interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria sulle parti comuni

Figli:

  • Rette asilo nido;

  • Ricevute di versamento per le attività sportive;

  • Contratti di affitto per studenti universitari fuori sede o convitti;

  • Abbonamenti per il trasporto pubblico;

  • Spese di istruzione di scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori (tasse, contributi, mensa);

  • Spese per corsi di istruzione universitaria statale e non statale, pubblica o privata, italiana o estera

Spese sanitarie/veterinarie:

  • Ticket ospedalieri/sanitari, spese per visite generiche e specialistiche, scontrini farmacia, spese per interventi chirurgici, degenze e ricoveri, esami di laboratorio

  • Spese odontoiatriche o oculistiche (occhiali, lenti a contatto e liquidi)

  • Documentazione attestante la marcatura CE per i dispositivi medici (inclusi occhiali da vista)

  • Ricevute protesi sanitarie
  • Ricevute per spese sanitarie all’estero

  • Spese per soggetti con DSA (disturbo specifico dell’apprendimento)

  • Spese sanitarie per portatori di handicap (mezzi necessari all’accompagnamento, deambulazione, sollevamento o sussidi informatici)

  • Spese per veicoli per i portatori di handicap (autoveicoli o motoveicoli)

  • Spese per l’acquisto di cani guida

Assicurazione e previdenza:

  • Contratti assicurazione sulla vita/infortuni
  • Contributi INAIL sugli infortuni domestici
  • Ricevute versamento contributi previdenziali obbligatori o facoltativi
  • Quietanza di versamento a Fondi di previdenza complementare

Altro:

  • Ricevute versamenti contributivi all’INPS per lavoratori domestici

  • Spese funebri

  • Abbonamento trasporto pubblico

  • Assegni versati/percepiti dall’ex coniuge

  • Bonus vacanza

Compilazione modello 730: cosa possiamo fare per te

Il modello 730 può essere presentato entro il 30 settembre. Prima di tale data, il contribuente può presentare i documenti necessari per la compilazione presso uno dei nostri uffici CAF101 a Roma, con la quale sottoscrive l’accesso alla propria dichiarazione precompilata (cioè delega il CAF ad eseguire la procedura). Ricevuta la documentazione e la sottoscrizione, un membro dello staff si accerterà di verificare la conformità tra i dati del modello 730 e quelli presentati, sotto forma di documenti, dal contribuente. Il controllo finale da parte dell’Agenzia dell’Entrate si accerterà se il contribuente potrà usufruire al diritto alle detrazioni, alle deduzioni o alle agevolazioni.

Tutti i pagamenti delle detrazioni degli oneri (tranne l’acquisto di medicinali, dispositivi medici, prestazioni sanitarie pubbliche o private del SSN) dovranno essere versati con sistemi di pagamento tracciabili, ovvero tramite i canali con prova cartacea (ricevuta bancomat, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e PagoPA).

Richiedi maggiori informazioni

Chiamami oppure scrivi un messaggio su WhatsApp

(+39) 06/702.77.11
(+39) 389/99.81.463

Cosa succede se si supera la data di scadenza per la presentazione del modello 730?

Se si riscontrano errori o dimenticanze nell’invio del modello, si può richiedere al nostro CAF di correggere la documentazione e procedere con l’elaborazione di un modello 730 rettificativo (solo entro il 25 ottobre). In alternativa, si può presentare un modello redditi persone fisiche correttivo (entro il 30 novembre) e procederemo con la richiesta di rimborso della differenza a credito alla successiva dichiarazione. Se il contribuente richiede una rettifica del modello 730 con un minor credito o un maggior debito, procederemo con l’utilizzo del modello redditi persone fisiche integrativo. Ricordiamo che per usufruire del maggior credito dalla dichiarazione dei redditi, è possibile rettificare il modello 730 fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione sbagliata.

CAF101 è a disposizione per assistere il contribuente per qualsiasi tipologia di documentazione riguardante il modello 730 e altri tipi di pratiche fiscali.